StreamSoft Web Agency SEO
Applicazioni Web

Link Interni

Perchè proprio il tuo sito dovrebbe essere in prima pagina su Google?

Seo


Come creare Link Interni per migliorare il Content Marketing SEO

Quasi ogni articolo che tratti di Link Interni inizia con una discussione su quanto sia complicato ma allo stesso tempo quanto sia importante.

Da un lato, il Link Interno (collegamento interno) è un concetto così semplice, e tutti dovrebbero farlo. D'altra parte, la teoria, il processo e le migliori strategie di collegamento interno diventano straordinariamente complessi. E’ sia avanzato e sia semplice. Ma a prescindere: E' importante!

Adottare una valida strategia di collegamento interno è una tecnica SEO potente, in particolare per il Content Marketing SEO (Marketing dei Contenuti).

Ci concentriamo ora su come effettuare collegamenti interni per il Content Marketing. Inoltre, il collegamento interno tra articoli del blog e altri contenuti è qualcosa che si può fare sempre e continuamente.

Questo articolo è da considerarsi un’ottima guida SEO sia per un SEO esperto e sia per i i neofiti SEO.

Cos’è un Link Interno (Internal Link)

Un Internal Link o Link Interno è un link che collega una pagina di un sito web a un'altra pagina dello stesso sito web. In un Link interno, il dominio sorgente e il dominio di destinazione sono gli stessi.

Lo scopo del Link Interno

Il collegamento interno ha tre scopi principali:

  1. Aiuta nella navigazione del sito web
  2. Definisce l'architettura e la gerarchia di un sito web
  3. Distribuisce l'autorità della pagina e il potere di classificazione in tutto il sito

In particolare ci focalizziamo sul terzo punto: come il Link Interno può diffondere l'autorità e il rank in più pagine di un sito web.

Teoria alla base del Link Interno

Per Google il Link Interno rafforza il valore complessivo ottimizzato della ricerca di un sito web. Infatti i Link Interni forniscono percorsi chiari di navigazione all’interno del proprio sito creando una fitta rete di pagine e messaggi e prolungando quindi il tempo di visita degli utenti all’interno del proprio sito.

Allora, come si fa? Ecco i sette comandamenti.

I sette comandamenti per creare Link Interni per SEO di alto livello

1. Creare un sacco di contenuti

Al fine di creare un sacco di link interni, è necessario avere un sacco di pagine interne. Il primo passo verso una strategia di collegamento interno è quello di avere una strategia di marketing dei contenuti. Non si può avere uno senza l'altro.

Quando crei molti contenuti, avrai molti contenuti collegabili. Maggiore è il numero di collegamenti, migliore sarà la strategia di collegamento interna.

Alcune strategie interne di collegamento propongono livelli estremamente complessi di pagine, silos di contenuti e una formula matematica equilibrata per il numero di collegamenti a livelli di pagine. In realtà non è necessario. Il collegamento interno non richiede fogli di calcolo complessi organizzativi e grafici trigonometrici derivati.

Una strategia interna di collegamento con molti contenuti assomiglia meno ad un organigramma e più a questo:

  • Non ci sono "cicli"
  • Non ci sono "sili"
  • Non ci sono "livelli"
  • Non esistono diagrammi di flusso strutturati
  • C'è solo un sacco di link “felici di andare in posti utili”

2. Utilizzare il testo di ancoraggio

I collegamenti interni dovrebbero utilizzare testo di ancoraggio piuttosto che immagini collegate tra loro. I collegamenti alle immagini vanno bene, a condizione che le immagini non siano la fonte principale dei collegamenti e che l'immagine sia correttamente contrassegnata.

3. Collegamento in profondità

Più profondo è il tuo link, meglio è.

Ci sono due tipi di link che si dovrebbe evitare di linkare continuamente all’interno del contenuto:

  • Homepage - La maggior parte dei siti hanno troppi link alla homepage così com'è. E’ preferibile rafforzare le pagine interne per aumentare il SEO complessivo di tutto il sito, piuttosto che semplicemente puntare più link nella home page.
  • Contattaci - Questo è un errore comune di molti che stanno iniziando nel Content Marketing. Viene generata una chiamata obbligatoria all'azione del contattoalla fine di un post. Infatti di norma alla fine del post troviamo la scritta del tipo: "Per saperne di più sui nostri servizi contattaci.” Poi ci si collega alla pagina "contattaci" usando l'ancora "contattaci". Consiglio di non collegarsi alla pagina di contatto se non assolutamente necessario.

In generale, si desidera evitare i collegamenti alle pagine di livello superiore di un sito - pagine a cui il menu di navigazione principale ha già collegamenti.

I migliori link - e i più naturali in una strategia di Marketing dei Contenuti - sono profondamente all'interno della struttura di un sito.

4. Utilizzare link naturali per il lettore

La creazione di Link Interni richiede una strategia incentrata sull'utente per aggiungere valore e informazioni. Il valore del link che viene distribuito in tutto il sito è secondario. E’ invece punto chiave fornire valore al lettore.

Uno dei vantaggi dei Link Interni è che migliorano l'impegno dell'utente sul tuo sito. Quando un utente vede un link informativo che corrisponde veramente al contesto del contenuto, è probabile che clicchi su quel link. Può essere un link esterno, purché sia qualcosa a cui il lettore sarà interessato. Se si tratta di un link interno, il visitatore del sito rimane più a lungo e diventa più coinvolto nella tua esperienza sul sito web.

Dave Davies, nel suo articolo sui motori di ricerca Watch, ha fatto un buon punto quando ha scritto quanto segue:

“Quando inserisci un link nel tuo contenuto stai dicendo al motore che la destinazione del tuo link è così rilevante e importante che vuoi che il tuo visitatore sia semplicemente in grado di cliccare su un link e andare dritto lì. Fondamentalmente, che ciò a cui ti stai collegando è potenzialmente così rilevante che il visitatore potrebbe voler fermare ciò che sta leggendo e andare alla pagina successiva.”

I link ai contenuti sono un segnale forte sia per il motore di ricerca che per l'utente quando il contenuto a cui ci si sta collegando è davvero buono. I lettori lo vogliono. Quindi, il collegamento interno sta aiutando il lettore. Ma stai anche aiutando il tuo SEO.

5. Utilizzare i link pertinenti

Come già detto, i Link Interni sono meno rigorosi e scientifici di quanto alcuni possano pensare. Ma bisogna che siano intenzionali. Non è sufficiente limitarsi a fare un collegamento per il gusto di farlo. Invece, è necessario creare link ai contenuti interni che siano rilevanti per il contesto di origine.

In altre parole, Supponiamo di avere sul mio sito una pagina che tratta di cibo per cani ed un’altra che tratta delle abitudini di nidificazione dei canarini.

Ha senso collegare le due pagine?

Non esiste un forte legame tra cibo per cani e nidi di canarini. Queste due pagine collegate non forniranno probabilmente nessun miglioramento reciproco all’interno del sito.

Ma, se ho una pagina sul cibo per canarini, allora si potrebbe fare un link interno per il mio articolo nido canarini. Le probabilità sono, le informazioni su "canarini" sta per essere su entrambe le pagine. A causa di questa sovrapposizione di contenuti, il collegamento è rilevante.

6. Utilizza i seguenti link

I Follow Link sono il modo migliore per creare l'architettura dei Link Interni al tuo Content Marketing.

In passato una strategia di creazione di Link Interni era quella di definire nofollow la maggior parte dei collegamenti su una pagina, al fine di aumentare il collegamento ad una singola pagina. Questo tipo di struttura non funziona come strategia SEO.

Nel 2005, i motori di ricerca hanno creato nofollow, conosciuto con l'attributo rel=nofollow. L'idea alla base di nofollow era che il link "non dovrebbe influenzare il posizionamento del target del link nell'indice del motore di ricerca". Come ha affermato Wikipedia, tali collegamenti "ridurrebbero l'efficacia di alcuni tipi di pubblicità su Internet perché il loro algoritmo di ricerca dipende in larga misura dal numero di collegamenti a un sito web".

Nonostante il clamore e la confusione sulla scia del collegamento nofollow, la maggior parte delle persone ora concordano sul fatto che si tratta di una buona idea. Come ha spiegato Danny Sullivan, nofollow link può aiutare i siti "a evitare problemi con i motori di ricerca che credono di vendere influenza o sono in qualche modo coinvolti in sistemi considerati come pratiche di SEO inaccettabili".

Nonostante il suo valore, tuttavia, l'utilizzo di nofollow link non è una strategia che si dovrebbe utilizzare come parte dei propri link interni di contenuto. Il valore del link deve fluire liberamente da e verso le pagine interne, piuttosto che essere fermato da un nofollow. Mantenere le cose libere e fluide.

 

7. Utilizzare un numero ragionevole di link interni

Non hai bisogno di tonnellate di link nel tuo contenuto interno. Le istruzioni di Google sono semplici: "Mantenere i link in una determinata pagina ad un numero ragionevole".

Domanda: Che cos'è un numero ragionevole?

Risposta: Nessuno lo sa.

Le persone intelligenti hanno cercato di rispondere alla domanda, ma nemmeno Matt Cutts ha fornito una dichiarazione definitiva. Egli scrisse: "Sembrava giusto raccomandare circa 100 link" e "in alcuni casi, potrebbe avere senso avere più di un centinaio di link".

Quindi, si dovrebbe andare per 100 link? Forse, ma che i collegamenti 100-totale includano tutti i link in una pagina - piè di pagina, intestazioni, barre di navigazione, annunci, insomma tutto. 100 link non sono così difficili come sembra, una volta calcolato il numero totale di HREF su un'intera pagina.

Quando si tratta di collegamento interno, nella mia esperienza suggerisco circa tre o quattro, a seconda della lunghezza del post. Di solito scrivo articoli che superano le 1.500 parole, e non ho una barra di navigazione pesante come un link.

Comunque non c'è numero magico. Considera sempre che è però l'utente ad essere importante. Quindi consiglio di aggiungere tutti i link utili per l'utente.

Non creare blocchi massicci di link a piè di pagina a livello di sito!

Questa era una pratica davvero comune sui siti di viaggio e immobiliari un paio di anni fa. Questi siti web includono i loro più preziosi link interni ricchi di parole chiave vicino al piè di pagina. Non era raro vedere più di 50 di questi tipi di link vicino al piè di pagina. Il problema è che quando si ha un sito web con migliaia di pagine web, questo si moltiplica rapidamente in decine di migliaia di link "spamtastic" che i motori di ricerca rapidamente penalizzano il vostro sito. Nel 2013, molti di questi siti sono stati colpiti da una penalità algoritmica per tali pratiche.


SOFTWARE HOUSE: CHI SIAMO

Streamsoft è un'azienda software di Verona. La nostra mission è quella di offrire soluzioni IT innovative con alti standard di qualità e professionalità dedicati alle PMI italiane trasformando le sfide globali in opportunità di crescita per entrambi.

 

Bot Spider Oracle Hardware SEO AdWords VLDB Consulenza Web Design Social VmWare


SERVIZI WEB

Consulenza

Servizi SEO

Servizi Social Media Marketing

Campagne AdWords

Campagne Facebook Ads



SEO: COMPETENZE

Virtualizzazione

Web Design

Web Crawler

Bot

VLDB